L’arte del rollaggio: Joint, Spliff e Blunt - Canapò

L’arte del rollaggio: Joint, Spliff e Blunt

cbd benevento canapò
Cannabis light a Benevento. Dicono di noi.
7 Maggio 2018
massaggio alla canapa benevento
Massaggio alla Canapa a Benevento.
26 Dicembre 2018

come rollare

Principali Tecniche di rollaggio: Joint, Spliff e Blunt

Come rollare – Guida per neofiti.
Uno dei metodi più diffusi a livello globale di consumare/assumere canapa è sicuramente costituito dall’arte del rollaggio.

Considerato il modo più veloce e pratico di fumare, ecco a voi una semplice guida per tutti coloro che vogliono apprendere e sperimentare, per i neofiti curiosi e per gli stoned esperti che vogliono confermare le proprie conoscenze.

Prima di iniziare bisogna fare una breve premessa: i termini Joint e Spliff acquistano un significato differente in base al luogo.

Joint
In generale, il termine Joint è il più usato dai consumatori di cannabis, ma spesso con un’accezione differente tra America ed Europa. Nel nuovo continente esso, infatti, è costituito esclusivamente da canapa (detto anche purino) senza aggiunta di tabacco o qualsiasi altro trinciato che possa alterarne il sapore.

In Europa, invece, è composto sia da tabacco sia da canapa. Per il rollaggio si utilizzano le classiche cartine lunghe, che in base ai gusti possono essere di vari tipi: sbiancate, non sbiancate alla canapa, riso o lino, cellulosa per un sapore e un gusto più naturali (Vai alla categoria Cartine).

Per completare il joint occorre un filtro di carta, anch’essa sbiancata o non sbiancata composta da fibre al 100% naturali, per facilitare il rollaggio ed evitare di bruciarsi le dita mentre si fuma.

Fondamentale, per un buon risultato, è la pressione che si deve esercitare durante la chiusura della cartina per evitare che durante la combustione risulti irregolare bruciando da un solo lato.

Una piccola curiosità:
Negli USA i joint sono di solito più piccoli di quelli Europei poiché vengono realizzati con l’utilizzo di cartine corte anziché lunghe, ma ben riempite e con un diametro maggiore.

Spliff
A differenza del Joint, lo Spliff è costituito in prevalenza da cannabis e il restante da tabacco. È sicuramente il metodo più diffuso in Europa, tuttavia l’aggiunta di tabacco altera sia il sapore che l’effetto della canapa in quanto la nicotina, quando viene fumata, provoca sensazioni stimolanti ed energizzanti. L’occorrente necessario per uno Spliff è il medesimo del Joint: cartine lunghe e filtri in carta.

Una piccola curiosità:
Paese che vai, usanza che trovi.
Il termine Spliff è utilizzato in Europa e in America per indicare una tecnica di rollaggio composta da una miscela di cannabis e tabacco, ma in Giamaica viene adoperato per un rollaggio privo di tabacco.

Blunt
Questa tecnica di rollaggio è caratterizzata dall’utilizzo di cartine da sigaro pre rollate o da rollare. Si differenzia dalle precedenti tipologie, joint e spliff, poiché le cartine di canapa hanno dimensioni maggiori delle classiche King Size e un colore marrone.

Queste cartine consentono di rollare Blunt decisamente più grandi per diametro e lunghezza, conferendo un’aroma più intenso e una combustione più lenta. Inoltre, data la grandezza del Blunt, occorrono maggiori quantità di trinciato, producendo un “High” decisamente più forte. Per questo è indicato per i fumatori più esperti e consapevoli.

Una piccola curiosità:
Blunt anche conosciuti come il vizio numero uno del rapper Snoop Dogg.

In un’intervista del 2016 pubblicata sul The Weed Channel, Snoop Dogg ha dichiarato di fumare più di 81 blunt al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Don`t copy text!
WhatsApp chat